giovedì 28 novembre 2013

Un cappello per Giuggiolone

Qualche giorno fa il piccoletto è tornato da casa della nonna con un ambitissimo trofeo: Giuggiolone!

Giuggiolone è un simpatico bambolotto che mi fu regalato quando avevo circa 5 anni e che ho sempre tenuto in camera anche quando ero ormai diventata grande. E' rimasto a casa dei miei quando io sono andata ad abitare nella mia casa e ha sempre incuriosito mio figlio.
Giovedì scorso non siamo riusciti a tornare a casa senza, e quindi Giuggiolone è venuto con noi.
Superate le prime perplessità del babbo (perchè vuoi farlo giocare con le bambole?!? è un maschio!!) adesso Giuggiolone è entrato di diritto nella famiglia: guarda la tv con noi, ascolta le favole della buona notte e si nasconde sotto le coperte del lettino.
E ieri la mamma ha fatto il suo primo lavoretto dedicato a Giuggiolone, un bel cappellino per coprire quel capino pelato di plastica rosa.

Per farlo ho seguito i suggerimenti di Silvia: ho preso i pantaloni di una tuta che non andava più, li ho tagliati a misura (cioè a occhio) e li ho chiusi in cima. Con un po' di lana multicolor che avevo a casa ho fatto un pom pom e ho cucito la risvolta per fare un bordino più sostenuto.

5 minuti di lavoro e un bambino pardon!, un bambolotto felice!


3 commenti:

  1. Anche io ho un Giuggiolone!
    Me lo regalarono che avevo due mesi e non me ne sono mai separata, adesso ho 28 anni, abito a 800km da casa dei miei genitori, ma Giuggio è sempre insieme a me <3

    RispondiElimina
  2. Noto con piacere che non sono l'unica a non buttare mai via niente...ma a volte è bello avere co sè un pezzo della propria infanzia!

    RispondiElimina
  3. Cara Francesca, nel frattempo sono diventata mamma anche io (ti ho lasciato il commento sopra, nel 2014) e al mio bimbo di quasi nove mesi ho affidato il mio Giuggiolone. Dopo 30 anni è sempre con noi! Un caro saluto,
    Francesca

    RispondiElimina

Lasciatemi una traccia del vostro passaggio...
Ogni vostro suggerimento è prezioso!